Due Tacchinelle tra i camosci

Ed eccoci a 40 e rotti anni suonati e dopo aver osservato da lontano, con non poca ammirazione ed un certo timore reverenziale le precedenti edizioni del TGS,  a percorrere con i nostri ritmi i “sentieri dei camosci”.

Abbiamo osservato e studiato questi atleti, nessuno escluso, degni di rispetto anche solo per aver intrapreso tanta inavvicinabile avventura definendoli dei super eroi e consapevoli che questo tipo di approccio alla montagna “non fa per noi” che ci perdiamo ad ammirare il paesaggio, a scattare mille fotografie, noi che amiamo scambiare due parole con chi incontri sul sentiero e che guardiamo l’orologio solo per non rubare troppo tempo alla famiglia e agli impegni di casa…

E invece.. mai dire mai nella vita .. complice questo maledetto COVID .. ci si presenta l’occasione di percorrere i sentieri di casa per una competizione FREE & SOLO del TGS SPRINT.

Alle otto di domenica 27/9 ci presentiamo alla partenza un po’ agitate e con il giusto entusiasmo e ci troviamo a registrare la nostra partecipazione circondati da “atletoni” equipaggiati e agguerriti … ma siamo cariche e i ripensamenti sono ormai di troppo.

L’accoglienza e l’atmosfera che già iniziamo a respirare non fa che galvanizzarci ancora di più e quindi viaaa… parte la nostra avventura!

Il percorso è ben tracciato e i sentieri sono puliti, Santa Maria, Era e la Gardata le passiamo quasi senza accorgercene, scattiamo il selfie di rito e ci prepariamo mentalmente per la parte che più temiamo. Scendiamo al fiume, risaliamo verso Versarico e quasi senza parlare (cosa più unica che rara), affrontiamo l’ultima grande salita.

Ed ecco finalmente il Baitello del Manavello, una seconda casa, piena di amici e di allegria.
Qui facciamo la nostra prima e unica vera sosta, ci cambiamo, beviamo un ottimo thè caldo, mangiamo qualcosa e ci fermiamo per quattro chiacchiere e risate che qui non mancano mai. Ci rilassiamo… la parte più impegnativa del percorso è terminata.

Scendendo verso Mandello iniziamo ad assaporare una vera e propria soddisfazione, quella di esserci messe in gioco, nonostante i nonostante, di aver ben dosato le energie e di essere arrivate alla fine ancora in forze e in tempi dignitosi.
Perché ogni nostro piccolo traguardo deve essere motivo di orgoglio.
Ci siamo divertite! Grazie ai tanti sorrisi incrociati, alle parole di incitamento, all’atmosfera gioiosa e positiva che ci ha accompagnato dalla partenza all’arrivo, comunque ancora convinte che i trail non sono cosa per noi .. dobbiamo proprio dire che questa edizione “per tutti” ce la siamo veramente goduta!

Ale e Francy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.